Sei qui: Home

Le associazioni

PDF  Stampa  E-mail 

Pro loco Filarmonica Issigliese

La “Pro loco Filarmonica Issigliese” comprende La Filarmonica (la banda musicale) e la Pro Loco. Due gruppi in simbiosi, un unico sodalizio, un solo Presidente:

Fiarmonica Issigliese

La Filarmonica Issigliese fu fondata nel 1924. Il sodalizio contava ben 31 elementi diretti dal ruegliese Ernesto Bianchetti che si era trasferito ad Issiglio. E’, probabilmente, una delle bande più giovani della Valchiusella, terra fertile di testimonianze artistico/musicali. Il 15 maggio 1927 la prima uscita fuori mura al “Convegno delle bande” tenutosi a Lugnacco.

Successivamente, fino al secondo conflitto mondiale, la banda fu diretta dal lugnacchese Antonio Cassetto Oporto.

Il buio periodo della guerra, con la chiamata alle armi, ridusse drasticamente gli organici della banda e l’attività musicale fu quasi del tutto paralizzata.

Con il dopoguerra la banda tornò al completo, riprese vitalità e l’attività proseguì sotto la direzione dell’Issigliese Giuseppe Scalarone.

Alla fine degli anni cinquanta, un momento di scoramento e di riflessione. L’organico della banda era ridotto al minimo, non c’erano ricambi per sostituire i vecchi musici che lasciavano l’attività, era quasi impossibile rinnovare il repertorio e molti “pezzi” del vecchio repertorio dovevano essere messi da parte per mancanza di organico. Fatalmente la banda si sciolse.

Nel 1962, un gruppo di vecchi musici e un nutrito numero di giovani issigliesi, del tutto privi di cultura musicale ma con il coraggio e l’entusiasmo della gioventù, si incontrarono e decisero di ricostituire la banda sotto la direzione dell’issigliese Cesare Alasotto che proseguì fino al 1973.

La Società Filarmonica Issigliese in quegli anni si impegnò anche nell’organizzazione di eventi e manifestazioni che andavano al di là del lato artistico/musicale: la festa della Piana; il carnevale e la fagiolata; il gruppo podistico, e altro ancora.

Dal 1973 al 1999 la direzione della banda passò di mano sei volte: Battista Grossio di San Giovanni di Castellamonte; Dante Corzetto di Rueglio; Gianni Peraglie di Rueglio, Simona Peralma di Brosso; Danilo Oberto di Lessolo; Eugenio Pittarello di Vico C.se.

Dal 1999 la filarmonica è diretta dal maestro Ivan Pagnone che, con il suo modo di "fare musica", ha marchiato il repertorio con uno “stile particolare” che contraddistingue la Filarmonica Issigliese: rivisitazione di brani classici in veste più consona per una banda musicale, brani di musica moderna leggera, i musical più noti, brani latino americano, non dimenticando le marce che sono base e fondamento di ogni gruppo bandistico.
La Filarmonica Issigliese conta oggi 45 elementi.

Pro Loco

La Pro Loco, nasce come una costola della Società Filarmonica Issigliese che nel suo statuto, all’articolo 2 comma b (gli scopi che l’Associazione si propone) recitava: “promuovere convegni, festeggiamenti, gare sportive, spettacoli pubblici ed ogni attività che possa dare diletto e svago alla cittadinanza e lustro e decoro all’Associazione”.

Eventi gestiti dalla Pro Loco:

La Pro Loco gestisce il salone pluriuso del Comune di Issiglio. Il salone, molto ampio, al quale sono annessi i servizi, una cucina e un piccolo bar, è perfettamente attrezzato per ospitare manifestazioni di ogni tipo: ristorazione (come il pranzo di “Santa Cecilia”, la “Festa degli Anziani” ecc.); spettacoli teatrali; serate danzanti. La Pro Loco cura inoltre l’allestimento del Carnevale Issigliese con i personaggi tipici “Buscarin” e “Lavandera” . Sempre la Pro Loco cura i festeggiamenti del Santo Patrono e Madonna della neve che, ormai da decenni, si svolgono in un pianoro chiamato dagli issigliesi la "Piana" che si trova sulla provinciale per Castelnuovo Nigra dove sorge una Cappella edificata nel 1841 e dedicata alla Madonna della neve.

I festeggiamenti si protraggono nelle ultime due settimane di luglio con una importante festa enogastronomica ormai conosciuta e rinomata che richiama ogni anno, tantissimi visitatori.

Associazione Culturale Issigliese Onlus

L’Associazione Culturale Issigliese è un sodalizio fra persone che perseguono un unico quanto ottimale e scarno scopo, ossia quello di valorizzare, riscoprire e promuovere non solo un territorio, od un paese, ma una comunità.

Issiglio è una comunità con mille unicità, luogo di condensazione ed elaborazione di un saper vivere che si fonde completamente con la natura, l'arte ed il vivere quotidiano. Spicchio alpino dove le consuetudini, le sapienze (ed anche le speranze) delle genti delle “terre alte”, si sono mantenute vivide ed intatte.
Nata ufficialmente il 26 maggio 2008, l’Associazione Culturale Issigliese ha già proposto manifestazioni e incontri molto apprezzati.

Museo della Vita alpina

sorge all’interno della ex sede comunale di via Marconi, nel cuore del centro storico del paese. L’edificio, messo a disposizione dell’associazione dall’amministrazione comunale, è un tipico esempio dell’architettura del territorio. Il museo si compone di tre sale: piano terreno, saletta superiore e sala.

Sono stati raccolti oggetti, fotografie, strumenti e mezzi che ben possono descrivere chi siamo. Oggetti che questa comunità condivideva con tutta l'Italia rurale. Sono gli attrezzi con cui si provvedeva al fabbisogno delle famiglie. Un trait d'union che non è uno scampolo di vita passata, ma è una trama sociale, generazionale e culturale che deve essere -e vuole- essere rivissuta in chiave moderna, donandoci attrezzi metodologici e interpretativi per capire da quali radici proveniamo. Nella stanza a piano terra, sono raccolti oggetti agresti – rurali di uso quotidiano e continuativo; nella saletta superiore è organizzato uno spaccato di vita quotidiana di fine Ottocento, costruito attorno elementi originali e atipici. Infine, la sala superiore è allestita attorno a fotografie e video sulla vita issigliese, collezione costituita da materiali recentemente donati dalla Popolazione e qui -per la prima volta- esposti al pubblico. Uno sforzo di ricerca e studio dedicato a tutti quelli che hanno conosciuto e ricordato non solo Issiglio, ma soprattutto gli ISSIGLIESI!

Vivere Issiglio

è un'infrastruttura di valorizzazione locale articolata su un percorso permanente, che si articola attraverso il Comune di Issiglio. Perfezionata nella primavera del 2009, può essere intesa come un'escursione turistica autonoma strutturata, ovvero il visitatore “scopre” il Paese per mezzo di siti d'interesse che vengono riassunti nella piantina allegata.
Il turista informato delle eccellenze più importanti può' confezionare la propria escursione nella maniera più' performante ad egli, adattando la visita ai propri gusti personali, aspettative e volontà di conoscenza.

Essendo un'escursione di tipo “non accompagnata” gli orari sono liberi. In occasione però di particolari eventi -segnalati- alcune escursioni possono essere “accompagnate”. Allo stesso modo, alcuni siti di interesse possono essere non fruibili al di fuori dei consueti periodi d'apertura al pubblico.

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 11 Luglio 2011 07:07 )
 

INFORMATIVA: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori infomazioni sui cookie utilizzati in questo sito guarda la nostra privacy policy.

Accetto l’utilizzo dei cookie su questo sito.

EU Cookie Directive